• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Venerdì, 04 Luglio 2014 12:52

Chi mi conosce sa bene che non metto mai niente su nessuno
perchè ho un nobile e particolare rispetto
per la salita al cielo di tutti
e non mi sono mai piaciute le catene su internet.

Giorgio Faletti però lo conoscevo da tempo,
certo non eravamo "amici",
chi conosce il mio pensiero sa che l'amicizia per me
è un concetto davvero enorme
e in questo ambiente virtuale, 
di amici veri non ne ho e non ne ho mai avuti.
 
Ma Giorgio lo conoscevo anche se gli davo del "lei",
semplicemente lo conoscevo e mi salutava sempre. 

Lo avevo incrociato spesso in passato
e lui per me aveva sempre un sorriso spalancato.

Quando mi vedeva gli si illuminavano gli occhi..
gli stavo simpatico non so perchè, a pelle. 

Ogni volta che mi vedeva mi diceva sempre:
"Povia Povia scrivi belle emozioni bravo bravo".

Guardavo il Drive in,
cantavo 'minchia signor tenente' e seguivo le sue opere.
Giorgio Faletti mi è sempre saputo di buono.

La vita è troppo breve
e il tempo troppo prezioso ma anche ingrato. 
Noi ne perdiamo troppo senza accorgercene.
Sprechiamo tempo e vita. 

"Il tempo è un naufragio 
e solo quello che vale davvero torna a galla..
Il suo si era rivelato solo un beffardo appiglio ad una zattera, 
un faticoso approdo alla realtà 
dopo essere colato a picco nella sua piccola privata utopia"

Giorgio Faletti.

Mi piace ricordarla così Giorgio.

 

 



 

 

 

RadioPovia

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le informazioni su Povia, concerti e altro.
Privacy e Termini di Utilizzo