CHI COMANDA IL MONDO
Giuseppe Povia - Chi comanda il mondo / Who's in charge of the world
Venerdì, 22 Gennaio 2016 21:01

clicca il link dell’articolo qui sotto, leggilo e poi torna qui che ti spiego. 
http://www.gay.it/news/povia-vittima-luca-era-gay

Sono stato fatto fuori e allontanato definitivamente dai circuiti importanti musicali, 
dopo Luca era gay. 2º posto a Sanremo (2009) vari premi, compreso premio Mogol
e brano più trasmesso dalle radio per lungo periodo. 
(La gente lo richiedeva con insistenza.
E' sempre successo così quando ho avuto
grossa esposizione musicale come Sanremo)

Poi passava il tempo e Povia veniva oscurato sempre più.
Che tu ci creda o no, il vero motivo è questo. 
Uno può continuare a dire che faccio canzoni brutte, è più facile. 
Ma ho avuto modo di conoscere sulla mia pelle
la vera dittatura culturale, peggio di quella finanziaria. 

PRIMA GAFFE DEL SITO (lobby) GAY.IT

Intanto sono furbi, cambiano discorso 
e danno la colpa del mio “essere stato fatto fuori”
alla canzone del “PICCIONE”, 

usandola come motivo per cui mi hanno escluso
dai circuiti importanti della musica italiana.

Spiego a prova di bimbominkia il perchè è impossibile.

1: Ha vinto Sanremo 2006 con una grande esposizione mediatica.

2: Ha permesso la vendita di 150 mila copie del Cd "I bambini fanno oh..la storia continua.." 

3: "Vorrei avere il becco" la conoscono ancora tutti, nel bene e nel male.  

4: La canzone è dedicata ai nonnini che sono stati insieme decenni 
e che amandosi e “accontentandosi delle briciole”, 
hanno rimesso in piedi una nazione crepata dalla guerra. 

La maggior parte della gente l’ha capita subito
nella settimana di Sanremo e l’ha votata, anche per questo ha vinto. 

5: E’ un brano d’amore sociale, in chiave fiabesca 
e anche loro di (lobby) GAY.IT sanno bene di cosa parla la canzone.

6: Se non sapessero di cosa parla la canzone,
sarebbero disinformati e quindi perderebbero credibilità come “informatori”.

7: La canzone è orecchiabile, pop, piacevole
e se l’hai fischiettata anche solo una volta, vuol dire: Centro! 

8: Uno dei tanti messaggi mail di persone GAY nel 2006: 

“La tua canzone dei piccioncini mi ricorda i miei genitori..
mi hai fatto piangere ti ho votato, sei sublime, grazie”

8: Il piccione ad ogni modo piace. A me piace quello femminile ;D

9: Appena vedi un piccione pensi a Povia. Quindi la canzone è stata un successo. 

Uno lo fai fuori quando non funziona, non quando funziona.
(che piaccia o che non piaccia)

Quindi torniamo al vero motivo per cui mi hanno fatto fuori: Luca era gay. 
Torniamo a quel Povia che non è ufficialmente amato dal mondo gay 
(ma in fondo i gay “reclute semplici” mi amano e li arrapo;D) 

2ª GAFFE

Anche loro di (lobby) GAY.IT si presentano sempre
come i portatori sani di libertà universale per tutti 
ma nell’articolo denigrano Radio Maria,
denigrando quindi tutti quelli che la seguono e la ascoltano. 

Quindi questa libertà universale diventa selettiva. Ma come? 
Dopo che anche il Papa ha detto “Chi sono io per giudicare un gay”?
Discriminate i cattolici? Allora è ufficiale, esiste anche la CATTOLICOFOBIA.
(E non scherzo)

Non si accorgono che così confermano l’esistenza di Lobby Gay
(che non c'entrano niente con i semplici gay che vivono tranquilli per gli affari loro).

Non c’entra con l’articolo ma un’altra GAFFE SOTTILE
che fanno sistematicamente, ATTENTI:

Usano il termine “ignoranza” per dare vita ad una nuova cultura.
Usano il termine “minoranza” per fare pena, pietà e vittimismo agli occhi della gente. 
(L’argomento Gay incuriosisce e tira moltissimo, stai leggendo con curiosità vero? Vedi? ;D)

Usano il termine “Odio” per farti passare per sbagliato, 
bigotto, retrogrado, antico, criminale e magari che so, mandarti in galera un giorno, 
se solo dirai che i bambini devono crescere con figura materna e paterna. 
(Io vorrei la cella con WiFi se possibile)

Usano il termine (senza senso) “OMOFOBIA” per creare una nuova legge.

Omofobia non vuol dire niente, non viene definito veramente e seriamente 
cos’è il reato di “omofobia” in nessuna parte del mondo. 

Se passerà definitivamente la legge,
sarà tutto nelle mani e nel libero arbitrio del giudice 
al momento di un futuro e presunto processo. 

Quindi tu saprai se sei colpevole di essere che so,  “troppo religioso”, 
durante il processo, non prima come dice e vorrebbe la legge.

Mi ricorda molto il Nazismo o i Regimi totalitari sovietici. 
Quando al processo ti dicevano: “Ciò che hai fatto o detto è anti-sovietico”
E se tu gli rispondevi: “Ma io non lo sapevo”, 
loro ti dicevano: “Non importa, sei in arresto”.  

Lo dico anche a voi di (lobby) GAY.IT, se esiste l’omofobia, 
deve esistere anche la controparte: l’eterofobia. Sennò niente.
Ve la dico dal 2009 questa cosa dell’eterofobia.

Siamo seri su, so che è chiedere troppo,
ma sapete, mi hanno fatto fuori per Luca era gay, 
quindi ogni volta che vengo messo in ridicolo,
spiego bene la dittatura che c’è nei miei confronti. 

Ve la ridete eh… vero (lobby) GAY.IT?

ECCO LA VERA STORIA:

Mi hanno massacrato (lo fanno ancora oggi), dilaniato, distrutto, ammorbato, spaccato, 
con la canzone "Luca era gay" dandomi del furbo, idiota, impostore, bugiardo,
cazzaro, nazista, fascista, tuttofobo, grammofobo, gayofobo, cincillofobo, scrotrofobo, 
anche artisti, giornalisti o personaggi di fama nazionale 
e tra tutti non si sono resi conto che nel brano “Luca era gay” 
ci sono troppi dettagli e sfumature che non avrei mai potuto inventare.

E’ una canzone che tratta una storia vera e possibile.
E' una canzone che parla della libertà universale. 
(gay o etero doveva e deve essere un dettaglio)

Eh si, dico a voi di (lobby) gay.it, il concetto di ACCETTARSI O NON ACCETTARSI non è selettivo.
Anche qui, o è per tutti o non è per nessuno.

 

Voi di (lobby) GAY.IT sapete bene che la canzone è vera 
e che “Luca” (nella vita Massimiliano) non è il solo  ad aver condotto uno stile di vita gay 
per decenni e poi aver scoperto nel tempo, col tempo, di voler vivere da eterosessuale. 
Se qualcuno sta per dire che era bisessuale, gli dico subito (con un pugno in faccia) 
che Massimiliano (parole sue) ha avuto un’unica donna nella sua vita, quella con cui sta ancora oggi.

Si amici, io pago caro il prezzo di aver fatto “Luca era gay” e lo sapete perchè?
Perchè nonostante sia una storia vera e possibile, secondo le menti bacate e intellettualmente sporche,
avrei fatto passare il messaggio che da gay non si sta bene.

 “La tua canzone mi ha commosso, mi ci sono ritrovato, cazzo! 
È stata un pugno nell’anima, un risveglio.
Ora ho capito che invece DA GAY io sto bene”

Mi disse un gay nel 2009. E di queste mail positive ne ricevo ancora. 
Questi sono i gay-persone tranquille, oneste e normali.
Nella canzone, gay o etero è un dettaglio, ma so che al sito (lobby) GAY(bimbiminkia).IT 
chiedo troppo sforzo per capire. (hanno capito benissimo ma fanno finta di niente)

Gli altri gay, quelli incazzati, rabbiosi contro chi dice qualcosa fuori posto, 
sono quelli che se la vivono male per un problema loro, non mio.

“Luca era gay” la continuerò a cantare per sempre. 
Perchè per me è un trattato, un libro, una storia autentica e onesta. 
Questa è la democrazia, glielo spieghiamo a questi nazigay.cult.it ?

O forse un giorno, una legge mi proibirà di cantarla, pena la prigione.
Può accadere davvero non scherzo.

LA NOTIZIA BELLA A FAVORE DEI GAY? ECCOLA:

Tranquilli il futuro sarà NEUTRO, cioè GENDER, 
potrai scegliere se essere uomo o donna o criceto ogni giorno in base a come ti svegli. 
L’omosessualità come concetto è già vecchio, sorpassato. 

Ciao (lobby) GAY.IT  aspetto le vostre scuse dal 2009, 
troppa eterofobia o Poviafobia.

Non ho molto da perdere quindi non farò come Barilla che ha chiesto scusa in modo penoso
solo per aver detto che i bambini dovrebbero avere una figura materna e paterna.

Prenotate anche voi il disco NuovoContrordineMondiale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">sostenete la minoranza autogestita, autoprodotta, autopromossa. 
Sono come voi, discriminato, diverso, siamo uguali no? 

Voglio essere anche io una "razza tutelata"

Alla prossima, Pisellove

Me

RadioPovia

Ultimi post

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le informazioni su Povia, concerti e altro.
Privacy e Termini di Utilizzo