CHI COMANDA IL MONDO
Giuseppe Povia - Chi comanda il mondo / Who's in charge of the world
Mercoledì, 29 Luglio 2015 14:04

1250 Km in macchina per arrivare a Caltabellotta da Firenze. 
Un viaggio lunghissimo per un concerto di 2 ore in uno dei paesi storici e più belli della Sicilia:
Caltabellotta nella provincia di Agrigento.

Moltissime persone, oltre 5 mila, molto diffidenti all’inizio ma poi coinvolte nella musica e nelle parole.
Questa cosa della diffidenza nei miei confronti la vorrei chiarire una volta per tutte.

Non è che il pubblico non si fidi di Povia, non è solo questo.
Secondo me è che molti artisti che suonano o hanno suonato nelle piazze, 
fanno il loro concerto in modo distaccato e disinteressato nei confronti del pubblico 
e poi alla fine magari lasciano il palco 5 minuti prima che finisca il concerto, 
magari con i musicisti che suonano ancora, salgono in macchina e vanno al ristorante a mangiare.

Questo modo di fare, probabilmente scaturisce un disagio o uno scontento 
nell’anima e nella percezione della gente e di chi ha invitato quel determinato artista 
e quindi le persone dei paesi, sono spesso portate a dire: “si ma poi è scappato/a senza fare un autografo.. 

oppure “si ma dopo mezz’ora la piazza era la metà di come era all’inizio”
oppure: “e’ stato un concerto freddo” 
oppure ancora:"quell’artista ha fatto solo un’ora di concerto e poi è andato/a via senza fare neanche una foto”

E tante altre cose di personaggi ubriachi che non portano a termine i concerti o che costano un botto di soldi.

Non dico che un artista debba fermarsi fino alla fine come faccio io, ci mancherebbe. 
Però certi atteggiamenti portano la gente a pensare che gli artisti siano tutti uguali.  
Il fermarsi dopo il concerto è una cosa che devi sentire dentro e non deve pesarti, questo è ovvio.
Sennò meglio non fare autografi o foto controvoglia.

Però come dicevo, tutti questi atteggiamenti distaccati, 
tendono a portare la gente a pensare che i personaggi televisivi o i cantanti etc
siano come individui che vengono a cantare solo ed esclusivamente per soldi e chissenefrega del paese in cui suonano.
Ecco perchè secondo me le persone partono sempre prevenute e diffidenti.
(Su di me ci sono anche tanti pregiudizi e bla bla)

Le aspettative poi si ribaltano proprio perchè a me (perdonami l’espressione in maiuscolo)
STA PROPRIO SUL CA..O CHE QUALCUNO POSSA ANDARSENE DURANTE IL CONCERTO
e quindi ho pensato ad un live sociale e ironico che cattura dall’inizio alla fine.

Infatti poi arrivano i problemi di ordine pubblico. Proprio perchè anche i comitati in genere
quando nel pomeriggio gli chiedi le transenne soprattutto per il dopo-concerto, per gli autografi e le foto, 
ti rispondono: “Ma no..tanto la gente non li vuole gli autografi..state tranquilli se ne vanno a casa”.

E invece ieri è stata l’ennesima volta in cui alla fine c'erano un migliaio di persone dietro il palco
e mi dispiace che a momenti Gigi andava alle mani con qualcuno che non rispettava la fila per timore di non avere una foto
nonostante al microfono io avessi detto che non sarei andato via. 
Meno male che poi siamo riusciti grazie anche all’aiuto dello stesso comitato e di qualche ragazzo del posto,
a creare in cordone per accontentare tutti. QUESTO PERO’ VUOL DIRE CHE LA SERATA È ANDATA BENE NO ;D ?

Dopo siamo andati a giocare a calcetto, c’erano un sacco di persone alle 2 di notte
e devo troppo ringraziare il comitato che ha organizzato tutto nel pomeriggio
eravamo tantissimi, sembrava un piccolo stadio. 
Ho scoperto che il comitato gioca pure bene a pallone, GRANDI!
Un po’ di tristezza, sempre perchè questi momenti non tornano più.

GLI EROI DELA SERATA DIREI CHE SONO STATI I MUSICISTI 
che dopo un lunghissimo viaggio, sono arrivati a ridosso del concerto, verso le 19, 
hanno fatto le prove e senza riposarsi un attimo e poi subito concerto.

Mi dispiace per Giorgio il bassista che è stato male per tutto il concerto ma l’sms che mi ha mandato
stamattina è stato questo:
“Ho scoperto che morire sul palco,
sarà pure una morte onorevole per un musicista, ma non si addice a me”

Tutti i musici che ho avuto sono sempre stati così. 

Grazie al B&B Sotto le stelle, grazie per averci trattato benissimo
e per averci offerto la cena.

Un grazie sempre alla squadra in campo:

Alessio CONTRO la vivizezione sui topi (Piano e Tastiere) ehhh ma dovrebbe esse proprio così…!
Francesco più picchio e più vorrei picchià (Batteria) 
Corrado Pantapelletruzzo  (Chitarra elettrica) 
Giorgione Coma  (Basso) 
Anna Calabbria (Violino e Voce) 
Simone Renzo Piano (Mixer di sala) 

Gigi Giuventus (Regia, Organizzazione) 
Bomber “Amo ggiocato cor promoter che n’ zapeva ggiocà! (Fotografia) 
Azizetty Maroccus (Regia e Riprese)  
Coco Service, Giuseppe, Dario, Dario, Antonio, Salvo. 

e??? Muaciaaa: 
“BRUTTY COLOMBATTY BASTARDY LUY, LA NISSYN E LA MICRY 
CHE HA PORTATY SOLY PROBLEMY E SFIGHY!!! (Ufficiostampa)

Me